Sala operativa 2
IMG_0272
© Studio Odontoiatrico Ortodontico Specialistico Dottor Scaglione

La sala operativa 2 dispone di un riunito completo tradizionale a cui si affianca il sistema Planmeca ProOne ideale per effettuare le radiografie panoramiche in modalità digitale.

Planmeca ProOne® offre una vasta gamma di programmi di imaging  per le diverse esigenze radiografiche.

In passato venivano principalmente utilizzate radiografie analogiche, ad alta emissione di raggi X e per questo molto dannose per la nostra salute.


Con l’avvento delle radiografie digitali, l’emissione di raggi X è notevolmente diminuita e le immagini radiografiche hanno una qualità migliore.
 Presso il nostro studio, le radiografie sono effettuate con sistemi digitali all’avanguardia che permettono di avere immagini di altissima qualità e di limitare l’esposizione ai raggi X.

Il posizionamento agevole del paziente e l’ingresso laterale riducono al minimo gli errori causati da un posizionamento errato del paziente, e consentono di monitorare il paziente, sia dal lato frontale sia laterale. L’ingresso laterale consente un  facile accesso a tutti i pazienti, in piedi o seduti.

Il posizionamento del paziente è assistito dal sistema a triplo raggio laser, che indica i punti di posizionamento anatomici corretti.

Proseguiamo la descrizione iniziata nella pagina relativa alla sala operativa 1 e soffermiamoci ora sulla faretra ovvero l’unità su cui sono montati gli strumenti odontoiatrici.

Turbina

È il classico strumento rotante, costituito da un rotore attivato dall’aria compressa che permette, a sua volta, la rotazione di frese montate sulla punta dello strumento.

È caratterizzata da un’elevata velocità di rotazione (500.000 rpm) ma da una bassa coppia di rotazione. Attualmente molte turbine e molti manipoli sono dotati di fibre ottiche che permettono un’ illuminazione ottimale del campo di lavoro.

IMG_0272Manipoli

Vengono montati su un micromotore ad attivazione elettrica o ad aria che, attraverso un alberino e degli ingranaggi, trasmette il movimento alla fresa. Il micromotore è caratterizzato da una velocità di rotazione di 40.000 rpm e da un’elevata coppia di rotazione.

Il manipolo ad ultrasuoni può essere collegato alla faretra da un apposito cordone, o essere costituito da un’unità indipendente non collegata al riunito. Esistono diverse tipologie di ultrasuoni odontoiatrici. Hanno una frequenza di vibrazione nel campo dell’udibile; strumenti ultrasonici. La loro frequenza di vibrazione supera i 20.000 Hz e sono attualmente i più diffusi; a seconda della modalità di creazione del movimento, si distinguono in strumenti magnetocostrittivi e piezoelettrici. I manipoli a ultrasuoni vengono utilizzati nelle manovre di igiene e, montando apposite punte abrasive, in endodonzia, protesi e chirurgia.

Siringa aria/acqua

Consente le manovre di lavaggio e asciugatura degli elementi dentari.

Lampada fotopolimerizzatrice

IMG_0273Permette l’attivazione del canforochinone contenuto nelle resine composite usate per le otturazioni e la ricostruzione delle protesi. I monomeri contenuti nelle resine vengono attivati da un fascio di luce blu di lunghezza d’onda specifica (tra 420 e 480 nm) e reagiscono trasformandosi in catene polimeriche che conferiscono durezza al materiale.

La lampada può essere anche usata in fase diagnostica per valutare la presenza di carie nei settori anteriori (incisivi e canini) tramite la tecnica della transilluminazione. La parte cariata del dente apparirà di un colore diverso rispetto al resto dell’elemento.